Manutenzione dei presidi antincendio

Manutenzione dei presidi antincendio

Scritto il 08/06/2020
da Matteo Gasparri


La presente procedura descrive le modalità operative per eseguire gli interventi di manutenzione periodica dei presidi antincendio presenti in azienda per quanto inerente a naspi e manichette.

TIPOLOGIE D’USO

Le manichette antincendio si dividono –a seconda dell’uso a cui sono destinate –in due categorie:

  • Manichette di mandata che sono tutte le manichette appiattibili che devono essere interamente distese prima nell’utilizzo e che sono comunemente usate nel servizio di spegnimento e nei complessi idrante a norma UNI EN 671/2;
  • Manichette di mandata e aspirazione che sono manichette rigide o semi-rigide che possono essere utilizzate senza essere svolte e che trovano impiego per l’aspirazione di acqua di spegnimento o nei naspi a norma UNI EN 671/1.

Le manichette di mandata –a seconda dell’uso cui sono destinate –si dividono in quattro gruppi principali:

  • Manichette non rivestite per impieghi saltuari e rischi lievi;
  • Manichette rivestite in poliuretano o PVC per impieghi professionale e rischi medi;
  • Manichette rivestite internamente ed esternamente in gomma NBR per impieghi continui e rischi elevati;
  • Manichette per alte pressioni che possono essere sia a calza esterna semplice sia calza doppia secondo le norme USA.


La procedura si applica a tutte le aziende. L’obbligo della applicazione della procedura è a carico del Datore di lavoro. L’aggiornamento periodico della procedura è carico del RSPP aziendale.

Le operazioni di revisione, collaudo, ispezione, controllo e manutenzione devono essere effettuate da persona competente. La sorveglianza mensile degli estintori puòessere svolta anche da personale interno addestrato.

Per i naspi e gli idranti la norma tecnica di riferimento è la norma UNI10779 (Reti di idranti - progettazione, installazione ed esercizio) che al punto 10.4 descrive le attività da svolgere per la manutenzione periodica degli impianti.

Ispezione e manutenzione 6 mesi. Collaudo 5 anni.

Ispezione e manutenzione manichette impianto idrico antincendio (Norma UNI 9994 e norma UNI EN 671-3).

Periodicità obbligatoria: ogni 6 mesi Interventi da eseguire nel primo semestre:

  • Stendere il tubo e controllare che i dispositivi non siano ostruiti e non presentino danni o corrosioni; - verificare che la collocazione sia marcata in modo chiaro (presenza cartello segnalatore)
  • Verificare che le staffe per il montaggio a parete siano fisse e stabili
  • Verificare la pressione statica con apposito strumento di misura
  • Verificare che il manometro (se esistente) si trovi nella gamma operativa
  • Verificare che l’avvolgitore o l’impianto per tubi, compresi i tubi, non sia danneggiato - verificare che le fascette stringi tubi o i legamenti siano fissati in modo sicuro
  • Verificare che gli avvolgitori o i sistemi pilotanti girino liberamente
  • Verificare che le valvole manuali o automatiche di chiusura funzionino regolarmente
  • Verificare che le valvole di chiusura siano in posizione chiusa
  • Verificare che l’armadio non sia danneggiato e i suoi sportelli si aprano facilmente
  • Verificare che le lance non siano danneggiate e siano facilmente utilizzabili

Interventi da eseguire nel secondo semestre:

  •  Tutti quelli previsti per il primo semestre;
  • Testare le tubazioni alla pressione di rete; il tubo deve essere steso e pressurizzato
  • Controllare eventuali perdite in ogni punto dell’avvolgitore per tubi o dell’impianto per tubi
  • Se il rivestimento del tubo o la copertura presenta segni di incrinature sostituire la tubazione
  • I tubi e le connessioni flessibili all’ingresso devono essere testati contemporaneamente alla stessa pressione

Collaudo manichette impianto idrico antincendio

Norma UNI 9994 e norma UNI EN 671-1 e UNI EN 671-2 Periodicitàobbligatoria: ogni 5 anni.

Interventi da eseguire nel primo semestre:

  • Tutti gli interventi previsti per la manutenzione semestrale
  • Testare le tubazioni alla pressione di esercizio (1,2 MPa); il tubo deve essere steso e pressurizzato - controllare eventuali perdite in ogni punto dell’avvolgitore per tubi o dell’impianto per tubi
  • Se il rivestimento del tubo o la copertura presenta segni di incrinature sostituire la tubazione
  • I tubi e le connessioni flessibili all’ingresso devono essere testati contemporaneamente alla stessa pressione.